Cybertruffa Coronavirus: l’antivirus che installa un potente malware

Cybertruffa Coronavirus: l’antivirus che installa un potente malware

È la nuova cybertruffa che si sta diffondendo a grande velocità grazie al nome che gli hacker gli hanno dato: Corona Antivirus. Il finto programma viene pubblicizzato attraverso inserzioni pubblicitarie che portano al sito antivirus-covid19.site dove viene descritto come un l’unico antivirus che protegge dal nuovo virus informatico chiamato come il bel noto Covid19. Una volta installato il computer viene infettato da un malware chiamato BlackNET RAT che, nascosto tra i file di sistema del finto antivirus, è in grado di collegare la macchina infetta ad una rete di computer controllati da remoto da un amministratore occulto. Attraverso questo malware i cybercriminali possono lanciare nuovi attacchi, rubare file e dati personali, spiare l’utente quando si collega al conto corrente online… Leggi di più

Il nuovo Phishing che sfrutta l’emergenza COVID-19

Il nuovo Phishing che sfrutta l’emergenza COVID-19

I casi di phishing e spam pericoloso veicolati tramite falsi messaggi legati all’emergenza Coronavirus stanno aumentando vertiginosamente in questi giorni difficili per il nostro paese. Come in tutte le situazioni d’emergenza, i criminali se ne approfittano e, dopo i truffatori porta a porta che nelle scorse settimane suonavano alle porte delle persone anziane con la scusa di disinfettare il denaro o offrire servizi di disinfezione, ecco arrivare anche i cybercriminali. L’allarme è stato diffuso dalla Polizia Postale che ha notato un aumento esponenziale di email false targate OMS o provenienti da ipotetici medici, esperti o similari che hanno comunicazioni importanti sulle nuove misure di sicurezza  anti- Coronavirus da veicolare. Tutte le email di questo tipo contengono un allegato .Word .Pdf… Leggi di più

7 regole per proteggere il tuo home banking dai truffatori

7 regole per proteggere il tuo home banking dai truffatori

L’home banking è utilizzato da un numero sempre più alto di correntisti per controllare i movimenti, disporre operazioni e gestire i risparmi e gli investimenti. Le banche sono costantemente al lavoro per garantire ai propri clienti il livello massimo di sicurezza, ma ci sono cose da cui non possono proteggerci: i nostri comportamenti sbagliati. Le 7 regole per un home banking più sicuro 1 Tenere al sicuro le credenziali di accesso Tenere al sicuro il codice cliente, le password per accedere e il pin per operare . Sembra banale, ma non tutti adottano i necessari comportamenti per tenere al sicuro le credenziali di accesso e quelle di operatività che devono essere strettamente personali e non devono mai essere comunicati per… Leggi di più

Attenzione alle nuove truffe che viaggiano su WhatsApp

Attenzione alle nuove truffe che viaggiano su WhatsApp

Le truffe su WhatsApp sono all’ordine del giorno. La regola base per evitare di cadere nella rete dei truffatori è quella di non accettare mai messaggi da sconosciuti, ma non sempre è possibile, soprattutto se si utilizza WhatsApp anche per lavoro, ecco perché è importante essere sempre informati delle ultime “novità” in fatto di truffe che ne colpiscono gli utenti. La truffa che permette l’accesso completo al tuo account Arriva da un contatto sconosciuto e consiste in un messaggio in cui si chiede di inviare un codice a 6 cifre via sms. Il testo del messaggio è variabile, ma il più utilizzato è “Mi puoi aiutare brevemente? Riceverai subito un SMS. Puoi inviarmi il codice nel messaggio?”. L’invio di questo… Leggi di più

Come funzionano le truffe sul Canone RAI

Come funzionano le truffe sul Canone RAI

Come tutti sanno, da luglio del 2016, il Canone RAI è compreso nelle bollette di fornitura elettrica. Una scelta che, oltre a contrastare gli evasori, doveva funzionare da scudo anche per le truffe, ma i truffatori sono molto creativi. Come funzionano le truffe sul Canone RAI Campagna phishing rimborso Canone RAI La truffa della falsa email dell’Agenzia delle Entrate con la comunicazione di un rimborso è stata segnalata da CERT-PA (Ente della Pubblica Amministrazione). Nell’email che ha raggiunto migliaia di italiani si comunica il riconoscimento di un parziale rimborso del canone RAI per un importo di € 14,90, per ottenere il quale si rimanda alla sottomissione di una richiesta sull’indirizzo web del sito dell’Agenzia delle Entrate che però nasconde un… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi