In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

Il trojan Cerberus è noto a chi si occupa di sicurezza informatica come un malware molto pericoloso che circola dal 2019 e riesce ad entrare negli home banking e fare operazioni bancarie indisturbato. Recentemente, dopo aver cercato di venderlo all’asta senza successo, il suo creatore ha deciso di regalarlo alla community di hacker e sviluppatori del Dark Web. La notizia è stata data a Next 2000, la conferenza annuale sulla cybersecurity organizzata da Kaspersky, in cui gli esperti hanno reso noto che a breve potrebbero arrivare infinite varianti di questo malware ed è necessario alzare il livello di guardia. Cerberus è stato scoperto un anno fa in un’app per convertire le valute pubblicata sul Play Store di Google. All’epoca il suo creatore… Leggi di più

Attenzione alle finte raccolte fondi per disabili uditivi

Attenzione alle finte raccolte fondi per disabili uditivi

Questo tipo di truffatori esiste e agisce da anni, ma ultimamente sembrano aver aumentato e diversificato la loro attività in modo da essere più efficaci. A seguito delle denunce da parte dei cittadini truffati e, soprattutto, della segnalazione delle vere associazioni, si è potuto vedere che le vittime sono prevalentemente persone anziane e che le modalità di truffa sono molto simili. Per prima cosa i luoghi in cui agiscono sono treni, centri commerciali, mezzi pubblici e ristoranti. Non agiscono quasi mai da soli e si presentano come facenti parte di un’associazione internazionale che sta promuovendo una raccolta fondi a favore di qualche iniziativa a sostegno delle persone sordomute. Spesso per dare più credibilità alla loro richiesta, mostrano un foglio su cui… Leggi di più

La truffa bancaria che ti svuota il conto corrente

La truffa bancaria che ti svuota il conto corrente

Dei pericoli del phishing bancario ne abbiamo parlato spesso su questo blog, ma purtroppo il fenomeno non accenna a diminuire, anzi, si evolve continuamente per essere sempre più efficace nel trarre in inganno anche gli utenti meno ingenui. 1. Come funziona la truffa che ti svuota il conto corrente La nuova modalità di truffa può avvenire sia tramite un’email con la stessa grafica e lo stesso mittente di quelle normalmente inviate dalla banca che tramite un SMS il cui mittente risulta essere il numero verde della banca. Il messaggio è il seguente: “E stata scoperta una frode sul tuo account, verifica subito tramite https://nomebanca-servizio.icu/online e previeni il blocco del tuo conto corrente.” A questo punto la vittima, fidandosi del numero o… Leggi di più

La truffa che ruba i dati della carta di credito agli abbonati Netflix

La truffa che ruba i dati della carta di credito agli abbonati Netflix

Visto il grande numero di abbonati a Netflix, la nota piattaforma di streaming online, ecco arrivare una nuova truffa che, pescando tra milioni di utenti sparsi per il mondo, ha già tratto in inganno un buon numero di abbonati Netflix. Come funziona la truffa che sfrutta Netflix Arriva tramite un messaggio email confezionato in modo che sembri provenire da Netflix e riporta un messaggio di questo tipo: Ciao, siamo il team del Servizio clienti Netflix e offriamo assistenza ai nostri abbonati. Questo messaggio è stato inviato all’indirizzo email da Netflix perché hai un account Netflix. Stiamo riscontrando problemi con le tue informazioni di pagamento e ti invitiamo ad aggiornare i dettagli di pagamento per continuare a guardare Netflix. Per risolvere il… Leggi di più

False email Inps sui pagamenti dei rimborsi e verifiche dei conteggi

False email Inps sui pagamenti dei rimborsi e verifiche dei conteggi

Avevamo già parlato di una truffa simile sempre ai danni dei contribuenti Inps diffusasi fin dall’inizio l’emergenza Coronavirus in cui si chiedeva di cliccare su un link per ottenere il pagamento del bonus di 600 euro, ma che di fatto rubava i dati sensibili delle vittime. A segnalare la recrudescenza dell’ondata di phishing è proprio l’Inps che, sul sito e sulla pagina Facebook dell’istituto, avvisa gli utenti affinché ignorino tutte le email targate Inps che invitano a cliccare su un link per ottenere il pagamento dei rimborsi da parte dell’Istituto o che segnalino presunte differenze nei conteggi dei contributi previdenziali. L’Inps ricorda che le informazioni sulle prestazioni ai cittadini sono consultabili esclusivamente accedendo al portale istituzionale e che, per ragioni… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi