La truffa dei 2 euro per sbloccare il tuo pacco

La truffa dei 2 euro per sbloccare il tuo pacco

L’e-commerce ha visto aumentare i propri numeri in modo considerevole durante l’emergenza Coronavirus e così il trucco del pacco bloccato in dogana è tornato ad essere un’esca piuttosto efficace. La truffa del pacco rimasto bloccato a causa del mancato pagamento delle spese di spedizione infatti è vecchiotta. Questa volta non arriva più via email, ma viaggia tramite un messaggio via SMS e WhatsApp, il cui testo è: “Si richiede di versare 2 euro per sbloccare un pacco in spedizione inserendo tutti i dati della carta di credito”. Alla fine del messaggio c’è il link al sito in cui effettuare il pagamento inserendo i dati della carta di credito. Se si procede con il pagamento, i truffatori, oltre ai due euro, ricevono… Leggi di più

Accredito Bonus Covid-19: attenzione alla falsa email dell’Inps

Accredito Bonus Covid-19: attenzione alla falsa email dell’Inps

Sono ancora molti gli italiani che stanno aspettando l’accredito del Bonus Inps di 600 € stanziato con il Decreto Cura Italia di marzo. Questa situazione di incertezza sulle tempistiche spiana il campo ai truffatori che, infatti, non hanno perso l’occasione per sfruttare l’emergenza economica in cui si trovano moltissimi lavoratori. All’inizio di aprile, subito dopo l’avvio delle procedure delle domande per ottenere il bonus, avevamo assistito una campagna di smishing in cui si chiedeva al destinatario di aggiornare i propri dati per un corretto accredito del bonus. In quel caso il link portava all’installazione di un malware. In questo caso siamo di fronte a una ondata di phishing tramite un email con tanto di logo dell’Inps in cui si fa riferimento… Leggi di più

Gmail: pericolosa ondata di phishing e malware a tema Coronavirus

Gmail: pericolosa ondata di phishing e malware a tema Coronavirus

Secondo il report reso pubblico dagli esperti di Google, solo nell’ultima settimana sono state oltre 18 milioni le email giornaliere di phishing e malware correlate all’emergenza Coronavirus che sono transitate tramite Gmail. A questo dato si aggiungono oltre 240 milioni di email spam, sempre correlati al tema Covid-19. Anche se il 99,9% di questa ondata è stato bloccato, sono ancora corpose le liste di email infette che riescono a passare i filtri spam. Phishing, malware e truffe a tema Coronavirus Le email di phishing e le truffe via email che stanno circolando in queste settimane si ispirano ai temi più caldi relativi alla pandemia in corso e, grazie a questo, hanno generalmente più successo di altri tipi di phishing inviati… Leggi di più

5 truffe online che sfruttano l’emergenza Coronavirus

5 truffe online che sfruttano l’emergenza Coronavirus

Viviamo da settimane uno stato di emergenza del tutto eccezionale durante il quale le nostre vite sono cambiate drasticamente. Alla paura del per il contagio da Coronavirus, si unisce uno stato di incertezza per il futuro che ci fa essere più vulnerabili ed esposti alle truffe. A questo si somma l’impennata del tempo passato su internet in Italia (e nel mondo) da parte di fasce di popolazione poco abituate a farlo: prede perfette per i truffatori. Le modalità non sono molto diverse dalle solite: spam, phishing, vendita online di merce non conforme o inesistente, ma a cambiare è la quantità di attacchi enorme e il fatto che sono monotematiche perché sfruttano tutte l’emergenza Covid-19 e le sue conseguenze. 1. Phishing bancario… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi