Allarme phishing su Facebook, Yahoo, Spotify, Netflix e Paypal

Allarme phishing su Facebook, Yahoo, Spotify, Netflix e Paypal

Secondo l’ultimo report “Brand Phishing”, pubblicato dai ricercatori della Check Point Software Technologies, la tendenza al phishing crescerà ancora significativamente per tutto il 2020 e ha già fatto molte di vittime negli ultimi mesi. Le rilevazioni che hanno portato a questa conclusione allarmante sono state fatte durante periodo più “hot” dell’anno per gli acquisti online: quello che precede il Natale. Gli hacker stanno sfruttando a loro favore l’utilizzo sempre più diffuso di email via cloud, che permettono ai criminali di camuffarsi più facilmente e, negli ultimi mesi si sono visti aumentare in modo considerevole i messaggi che, sfruttando il marchio di aziende famose, chiedono agli utenti di confermare i dati di registrazione e acquisto. Le aziende più usate dagli hacker A questo scopi i… Leggi di più

Attenzione ai post esca sulla truffa dei Bitcoin Future

Attenzione ai post esca sulla truffa dei Bitcoin Future

Sono volti noti quelli coinvolti a loro insaputa nella diffusione della truffa dei falsi investimenti in Bitcoin Future che, per attirare un maggior numero di vittime, ha utilizzato post a pagamento su Facebook in cui sono diffuse false notizie su strabilianti guadagni di Jovanotti, Briatore, Paolo Bonolis, Vasco Rossi e altri personaggi internazionali come Robert de Niro. Come funziona la truffa dei post sui Bitcoin Future Le immagini contenute nei post sponsorizzati di Facebook e negli articoli hanno le grafiche e il logo di testate giornalistiche famose, le fotografie dei vip e riportano titoli tipo: “Jovanotti è nei guai dopo la trasmissione in diretta: l’ultimo investimento di Jovanotti ha lasciato gli esperti a bocca aperta e spaventato le banche”. II post… Leggi di più

Non cliccare su quel video

Non cliccare su quel video

Aveva infettato milioni di computer qualche anno fa ed ora ritorna propagandosi grazie a un link a un video contenuto in messaggio su Messenger da tuo contatto Facebook che non sa di essere infetto. Il contenuto del messaggio Il contenuto del messaggio è molto semplice “Hei [tuo nome], sei tu?” E contiene un link a un video su YouTube con un’anteprima che ha la tua foto profilo come cover, accompagnato da un’emoji stupita a suggerire che si tratta di un video licenzioso. Una trappola particolarmente efficace perché, se su WhatsApp abbiamo imparato a bloccare lo spam proveniente da contatti sconosciuti, su Messenger il messaggio arriva proprio da un nostro amico. Cosa succede se clicchi Cliccando play sulla preview del video,… Leggi di più

In arrivo la nuova funzione anti truffa di WhatsApp

In arrivo la nuova funzione anti truffa di WhatsApp

La società a capo di Facebook, Instagram e WhatsApp è impegnata da anni nella lotta alle truffe online e alle fake news che, sui social, trovano terreno fertile per la loro diffusione. La nuova funzione di WhatsApp, nata con lo scopo di limitare il diffondersi di bufale online durante le prossime elezioni indiane, è stata sviluppata da Proto, una start-up indiana e si chiamerà Checkpoint Tipline. Per ora la feature verrà introdotta solo in India e servirà per analizzare il livello di disinformazione dell’opinione pubblica e gestire la circolazione di notizie false durante le campagne elettorali e le elezioni. Come accade in tutti i paesi, anche i più avanzati, il periodo pre-elettorale il clima politico e sociale viene sfruttato per far circolare bufale più… Leggi di più

La truffa “romantica” che ti svuota il portafoglio

La truffa “romantica” che ti svuota il portafoglio

Le truffe sentimentali sono sempre esistite, ma le tecniche messe in atto dai truffatori della rete sono potenziate dalla facilità e dalla velocità di comunicazione offerte da internet. Attraverso un messaggio privato su facebook o altri social, oppure tramite un’email, entrano a contatto con le vittime facendole abbassare la guardia e conquistandone fiducia per poi passare alla richiesta di denaro per improvvise emergenze. Il meccanismo è molto semplice: la vittima riceve una richiesta di amicizia o un messaggio privato  da una persona che non conosce, ma che si dimostra interessata ad approfondire la conoscenza. Dal saluto quotidiano si passa poi a messaggi più personali. Le donne e gli uomini dopo i 40 anni sono le vittime più numerose. L’ammiratore o… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi