In aumento i siti per studenti che nascondono truffe e pericolosi malware

In aumento i siti per studenti che nascondono truffe e pericolosi malware

Secondo i dati raccolti dai ricercatori di Cisco Talos dall’inizio di quest’anno scolastico le ricerche di siti che offrono aiuto da parte di studenti in cerca risorse e aiuto per lo studio si sono quadruplicate rispetto al 2019 e l’offerta non ha tardato ad adeguarsi alla domanda. I siti che offrono servizi a pagamento a supporto degli studenti sono ormai cresciuti in modo esponenziale negli ultimi mesi, grazie anche alla nuova realtà data dalla didattica a distanza, ma gli studenti che si sono rivolti a questi nuovi siti si sono spesso ritrovati tra le mani materiale molto scadente con numerosi errori grammaticali, di sintassi e inservibili. Per non poter essere oggetto di denunce questi siti truffa cambiano di frequente l’indirizzo… Leggi di più

In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

Il trojan Cerberus è noto a chi si occupa di sicurezza informatica come un malware molto pericoloso che circola dal 2019 e riesce ad entrare negli home banking e fare operazioni bancarie indisturbato. Recentemente, dopo aver cercato di venderlo all’asta senza successo, il suo creatore ha deciso di regalarlo alla community di hacker e sviluppatori del Dark Web. La notizia è stata data a Next 2000, la conferenza annuale sulla cybersecurity organizzata da Kaspersky, in cui gli esperti hanno reso noto che a breve potrebbero arrivare infinite varianti di questo malware ed è necessario alzare il livello di guardia. Cerberus è stato scoperto un anno fa in un’app per convertire le valute pubblicata sul Play Store di Google. All’epoca il suo creatore… Leggi di più

La finta email dei Carabinieri alle aziende che nasconde malware

La finta email dei Carabinieri alle aziende che nasconde malware

È iniziata la fase 2 anche per le truffe legate alle difficoltà causate dall’emergenza Coronavirus. Dopo la finta email dell’Inps per autorizzare l’accredito del Bonus di 600 Euro, arrivano le prime segnalazioni arrivano dalle aziende di Piemonte, Veneto e Valle d’Aosta e riguardano la ricezione di un’email con il logo e la grafica dei Carabinieri in cui si chiede di prendere visione dei documenti allegati contenenti importanti informazioni circa un’indagine in corso su una frode bancaria che le riguarda. Gli allegati nascondono però dei malware che si permettono ai cybercriminali di prendere possesso del computer e di tutti i suoi contenuti. L’email sospetta è stata segnalata ai Carabinieri da diverse aziende del Piemonte, Veneto e Valle d’Aosta, ma non è… Leggi di più

Gmail: pericolosa ondata di phishing e malware a tema Coronavirus

Gmail: pericolosa ondata di phishing e malware a tema Coronavirus

Secondo il report reso pubblico dagli esperti di Google, solo nell’ultima settimana sono state oltre 18 milioni le email giornaliere di phishing e malware correlate all’emergenza Coronavirus che sono transitate tramite Gmail. A questo dato si aggiungono oltre 240 milioni di email spam, sempre correlati al tema Covid-19. Anche se il 99,9% di questa ondata è stato bloccato, sono ancora corpose le liste di email infette che riescono a passare i filtri spam. Phishing, malware e truffe a tema Coronavirus Le email di phishing e le truffe via email che stanno circolando in queste settimane si ispirano ai temi più caldi relativi alla pandemia in corso e, grazie a questo, hanno generalmente più successo di altri tipi di phishing inviati… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi