In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

In arrivo una nuova ondata di trojan capaci di violare i conti bancari

Il trojan Cerberus è noto a chi si occupa di sicurezza informatica come un malware molto pericoloso che circola dal 2019 e riesce ad entrare negli home banking e fare operazioni bancarie indisturbato. Recentemente, dopo aver cercato di venderlo all’asta senza successo, il suo creatore ha deciso di regalarlo alla community di hacker e sviluppatori del Dark Web. La notizia è stata data a Next 2000, la conferenza annuale sulla cybersecurity organizzata da Kaspersky, in cui gli esperti hanno reso noto che a breve potrebbero arrivare infinite varianti di questo malware ed è necessario alzare il livello di guardia. Cerberus è stato scoperto un anno fa in un’app per convertire le valute pubblicata sul Play Store di Google. All’epoca il suo creatore… Leggi di più

Zoom e cybersicurezza: cosa succede agli account violati

Zoom e cybersicurezza: cosa succede agli account violati

I lock-down in atto in molti paesi del mondo hanno fatto scoprire a milioni di persone nuovi modi di comunicare via web sia per lavoro che per vedere amici e famigliari. Oltre a Skype, Microsoft Teams e Google Hangouts Meet, l’app che è diventata in poche settimane la numero uno al mondo è Zoom (la usa anche la Regina Elisabetta). Per i creatori di questa piattaforma di videoconferenze free è stato un grande successo, ma allo stesso tempo anche un incubo perché l’app ha rivelato da subito delle gravi falle nella sicurezza. Zoom infatti è stata prima accusata di violare la privacy degli utenti registrati inviando i loro dati in Cina, poi di essere troppo vulnerabile agli attacchi hacker. Alcuni… Leggi di più

Bonus Covid-19: Attenzione al link con malware nei falsi sms dell’Inps

Bonus Covid-19: Attenzione al link con malware nei falsi sms dell’Inps

Il sito dell’Inps è passato alla cronaca all’inizio di aprile per i numerosi problemi riscontrati dai contribuenti durante la richiesta del bonus di 600 €. Non appena il sito è tornato a funzionare, sono stati quasi 4 milioni gli utenti che sono riusciti a inoltrare la domanda, ricevendo in questi giorni la conferma della ricezione via email. Sull’onda di questo evento, i truffatori hanno messo a punto una campagna smishing (phishing tramite SMS) con l’invio massivo di un SMS contenente un messaggio che ha tratto in inganno molti tra gli utenti che avevano inoltrato con successo la domanda: A seguito della sua richiesta accredito domanda Covid-19. Aggiorna i tuoi dati nel inps-ixxxxx.online Cliccando sul link riportato nell’SMS però si apre… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi