Attenzione alle truffe delle sanificazioni non certificate

Attenzione alle truffe delle sanificazioni non certificate

L’obbligo di sanificazione degli ambienti, previsto per le riaperture degli esercizi commerciali in Fase 2, ha generato una domanda altissima di questo tipo di servizi e offerto ai truffatori l’ennesima occasione per sfruttare l’emergenza Coronavirus. Il fenomeno delle sanificazioni da parte di aziende che non possiedono le necessarie autorizzazioni e certificazioni era iniziato già nella Fase 1, ma la Fase 2 ha moltiplicato e intensificato l’offerta, gonfiando notevolmente i prezzi che dai 1,50 € al metro cubo del periodo pre-Covid, sono di colpo lievitati arrivando fino 25,00 € euro al metro cubo. La denuncia è partita da Codacons che ha presentato un esposto alle Procure affinché sia avviata una task force per individuare e prevenire possibili manovre fraudolente e speculative… Leggi di più

5 regole per non cadere nella truffa dei falsi annunci case vacanze

5 regole per non cadere nella truffa dei falsi annunci case vacanze

È di pochi giorni fa il via libera del Governo Italiano per le vacanze estive che, naturalmente, saranno soggette a molte restrizioni per evitare un nuovo focolaio di Coronavirus. La soluzione più gettonata sarà con ogni probabilità la casa vacanza perché è quella che permette di limitare al massimo il pericolo di contagio. Il settore degli affitti vacanze si è già messo in moto e purtroppo, insieme ad esso, anche quello delle truffe immobiliari legate alle case vacanze di cui sono già arrivate le prime segnalazioni. Ecco come riconoscere ed evitare gli annunci truffa di case vacanze 1. Prezzo fuori mercato Se il prezzo è molto basso rispetto alla media c’è sicuramente qualcosa che non va. Meglio quindi confrontare i… Leggi di più

Coronavirus: è arrivata l’app trovamascherine

Coronavirus: è arrivata l’app trovamascherine

Nata da un gruppo di volontari, totalmente gratuita e senza scopo di lucro, la nuova applicazione web permette di verificare quante mascherine e dispositivi medici sono presenti nelle farmacie vicino a casa. L’obiettivo di trovamascherine.org è quello di facilitare la vita di chi deve acquistare mascherine e altri dispositivi come guanti monouso, gel disinfettanti e rilevatori di temperatura. Attraverso una semplice mappa interattiva è possibile visualizzare le farmacie presenti nelle vicinanze e conoscere le loro scorte di dispositivi medici. In questo modo si evitano lunghi pellegrinaggi di farmacia in farmacia che, non solo espongono ad un ulteriore rischio contagio, ma fanno anche perdere tempo prezioso. Gli ideatori Enrico Goitre e Giovanni Fassio hanno lavorato al progetto con Andrea Casasco e Luca… Leggi di più

La finta email dei Carabinieri alle aziende che nasconde malware

La finta email dei Carabinieri alle aziende che nasconde malware

È iniziata la fase 2 anche per le truffe legate alle difficoltà causate dall’emergenza Coronavirus. Dopo la finta email dell’Inps per autorizzare l’accredito del Bonus di 600 Euro, arrivano le prime segnalazioni arrivano dalle aziende di Piemonte, Veneto e Valle d’Aosta e riguardano la ricezione di un’email con il logo e la grafica dei Carabinieri in cui si chiede di prendere visione dei documenti allegati contenenti importanti informazioni circa un’indagine in corso su una frode bancaria che le riguarda. Gli allegati nascondono però dei malware che si permettono ai cybercriminali di prendere possesso del computer e di tutti i suoi contenuti. L’email sospetta è stata segnalata ai Carabinieri da diverse aziende del Piemonte, Veneto e Valle d’Aosta, ma non è… Leggi di più

Accredito Bonus Covid-19: attenzione alla falsa email dell’Inps

Accredito Bonus Covid-19: attenzione alla falsa email dell’Inps

Sono ancora molti gli italiani che stanno aspettando l’accredito del Bonus Inps di 600 € stanziato con il Decreto Cura Italia di marzo. Questa situazione di incertezza sulle tempistiche spiana il campo ai truffatori che, infatti, non hanno perso l’occasione per sfruttare l’emergenza economica in cui si trovano moltissimi lavoratori. All’inizio di aprile, subito dopo l’avvio delle procedure delle domande per ottenere il bonus, avevamo assistito una campagna di smishing in cui si chiedeva al destinatario di aggiornare i propri dati per un corretto accredito del bonus. In quel caso il link portava all’installazione di un malware. In questo caso siamo di fronte a una ondata di phishing tramite un email con tanto di logo dell’Inps in cui si fa riferimento… Leggi di più

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie.
Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi